Julianne Moore: “Amo molto i Sauvignon”

La prima volta che il grande pubblico ha visto debbuttare questa rossa gioviale, è stato in “Nine Months”: un immenso successo popolare. Da allora Moore ha dimostrato che era un’attrice tanto poliedrica quanto sorprendente. Incontro con un’epicureana patentata …



La prima volta che ho potuto veramente apprezzare questa bevanda è stato a vent’anni. Ero stata invitata ad una serata e il padrone di casa era un’enciclopedia vivente sul vino. Penso che anche guardando una bottiglia e nascondendo l’etichetta, avrebbe potuto dire di che vino e anche di che annata si trattasse: era impressionante! Quella sera ho anche imparato che non mi riuscivano i miscugli! Da allora tutte le occasioni sono giuste per assaporare dei buoni vini.

 

Non attendo la domenica per avere questo piacere. Quando sono a casa con mio marito la sera amiamo molto ritrovarci intorno a un bicchierino di rosé ben fresco in estate e di un vino più “carnoso”, che riempie bene la bocca negli altri periodi dell’anno! Vi sono dei vini che mi procurano delle belle sensazioni gustative come i Sauvignon. Ma non sono categorica: mi piace scoprire dei nuovi sapori! Questo mi dà l’occasione di avviare una discussione, di viaggiare in altri paesi, in altri territori. Questo desiderio di esplorazione, di sconosciuto è normale per un’attrice.

Se nel mio mestiere non si prova il desiderio di vivere altre esperienze, di aprirsi, di sconvolgere le proprie abitudini, bisogna cambiare professione. Detto ciò, non penso che questo principio si applichi solo al mio lavoro!

 

Frank Rousseau

16/04/2018